Abbiamo visto la stella e siamo venuti ad adorare

                   CELLULA  GENNAIO 2020    
           Adorare è il traguardo del loro percorso, la meta del loro cammino. Infatti, quando, giunti a Betlemme, «videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono» (v. 11). 
          Erode, utilizza il verbo adorare, ma in modo ingannevole. Chiede infatti ai Magi che lo informino sul luogo dove si trovava il Bambino « anch’io venga ad adorarlo» (v. 8). In realtà, Erode voleva adorare solo sé stesso. 
                   Nella vita cristiana non basta “sapere”: senza uscire da sé stessi, senza incontrare, senza adorare non si conosce Dio.
——————-

Leggi altro ›

La preghiera umile e semplice commuove Dio                                

       Venerdì 1 Per Anno  2020  
       «Signore se tu vuoi, puoi». È una preghiera semplice, «un atto di fiducia», quella che il lebbroso rivolge a Gesù per guarirlo.
        Il lebbroso sentì dentro di fare questa preghiera perché vedeva come agiva Gesù: quest’uomo aveva visto la compassione di Gesù» 
          “Se vuoi, puoi”. Con la fiducia che il Signore è vicino a noi, e per la sua compassione, Gesù prenderà su di sé i nostri problemi, i nostri peccati, le nostre malattie interiori, tutto»                                         
————————–

Leggi altro ›

I Re Magi

              Venerdì 2 tempo Natale – Epifania  2020    
         
    I Magi, avvertiti in sogno, cambiarono strada. La nuova strada è solo simbolica; i re Magi hanno cambiato sentiero perché dopo l’incontro con Gesù sono cambiati.
    Come ha specificato Papa Francesco, Dio non ci imprigiona, ma l’incontro con Lui ci libera: possiamo ritornare nel nostro paese, ma per strade diverse.
        Il cambiamento modificherà i nostri criteri di giudizio e il nostro modo di vedere la realtà, perché ci libererà totalmente il cuore da tutti gli elementi maligni. Allontanerà inoltre il male da noi. 
—————–

Gioisci figlia di Sion

         MES DICEMBRE 2019

– “Vieni Gesù, non tardare; i Tuoi fratelli vieni a salvare.” Vieni Gesù, abbiamo bisogno di Te. Non meritiamo il Tuo aiuto, ma Tu ci ami così come siamo, ci ami proprio perché abbiamo tanto bisogno del Tuo perdono, della Tua misericordia.

———-

Leggi altro ›

Il presepe, Vangelo domestico

        Venerdì 3 di Avvento  2019 –   
          – Il Presepe Porta il Vangelo dove noi viviamo. E lì ci ricorda che Dio è venuto sulla Terra, si è fatto uomo, bambino. Fare il presepe è celebrare Dio, sempre vivo vicinissimo a noi.
          –  Accanto a Gesù vediamo la Madonna e San Giuseppe. Possiamo immaginare i pensieri e i sentimenti che avevano mentre il Bambino nasceva nella povertà: gioia, ma anche sgomento.
          –  Solo se lasciamo fuori casa il frastuono del mondo ci apriamo all’ascolto di Dio, che parla nel silenzio.
————————

Leggi altro ›

 Il nostro Avvento

      CELLULA DICEMBRE 2019                     
 – Ogni valle sia innalzata”». Le valli da innalzare rappresentano tutti i nostri peccati di omissione: che non preghiamo o preghiamo poco e che non abbiamo carità verso il prossimo.
      – «Ogni monte e ogni colle siano abbassati», esorta ancora Isaia. I monti e i colli che devono essere abbassati sono l’orgoglio, la superbia, la prepotenza e dove ci sono questi ostacoli il Signore non può entrare.
      – Il Salvatore che aspettiamo è capace di trasformare la nostra vita con la sua grazia, con la forza dello Spirito Santo, con la forza dell’amore.
———————— Leggi altro ›

  Attesa Vigilante

        Venerdì 2 di Avvento  2019 – 
        – E questo voi farete, consapevoli del momento: è ormai tempo di svegliarvi dal sonno, perché la nostra salvezza è più vicina di quando diventammo credenti. La notte è avanzata, il giorno è vicino.
        – Essere pronti : cioè avere il desiderio della vita in Dio,  di vivere  sobriamente, fedeli ai propri impegni, con il cuore nutrito da veri valori umani e spirituali.
        – La vita cristiana è l’attesa di colui che deve tornare. Noi non abbiamo una dimora stabile in questo mondo; siamo in attesa che si compia la beata speranza e venga il nostro Salvatore Gesù Cristo.
———————–

Leggi altro ›

Il Sacramento della penitenza

        Venerdì 1 di Avvento  2019    
       – Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia; nella tua gran­de bontà cancella il mio peccato. Lavami dalle mie colpe, mondami dal mio peccato.
       – Dio infatti ha riconciliato a sé il mondo in Cristo, non imputando agli uomini le loro col­pe.
       – Comprendi e ne sei cosciente  che la riconciliazione è un dono della pasqua di Gesù, ed è lasciata a tua disposizione nei sacramenti?  
——————-

“Senza di me non potete far nulla” (Gv 15,5)

               VENERDI’ 33 Per Anno 2019

       –  “Io sono la vite, voi i tralci”.  Collocati in te col battesimo, o Gesù, diventiamo “una cosa sola ” con te  risorto, come una cosa sola ” sono i tralci con la vite. Il luogo della nostra vita è dunque Cristo.
      –   Che cosa dovevo fare ancora alla mia vigna che io non abbia fatto? Perché, mentre attendevo che producesse uva, essa ha prodotto acini acerbi? ” (Is 5,4).
      –  Signore e nostro Maestro, nostra via, verità e vita. Dove potremmo andare senza di te? Come potremmo vivere senza la tua grazia? Tu sei la fonte della nostra forza e sarai il nostro traguardo.
——————-

Leggi altro ›

La Santità è vivere in comunione con Dio

              Venerdì 32 per Anno 2019 –   
 
        La santità è un traguardo che non si può conseguire soltanto con le proprie forze, ma è il frutto della grazia di Dio e della nostra libera risposta ad essa. Quindi la santità è dono e chiamata.
       La Santità  è la strada che ogni cristiano è chiamato a percorrere nella fede e che porta  alla comunione definitiva con Dio nella vita eterna.
        I Santi sono fratelli e sorelle che hanno ammesso nella loro vita di avere bisogno di questa luce divina, abbandonandosi a Dio con fiducia                     ——————–

Leggi altro ›

Top