Padre nostro: “Non abbandonarci alla tentazione”

Risultati immagini per Non abbandonarci alla tentazione     Venerdì 3 dopo Pasqua 2019 –  
     Dobbiamo escludere che sia Dio il protagonista delle tentazioni che incombono sul cammino dell’uomo. Come se Dio stesse in agguato per tendere insidie e tranelli ai suoi figli.  Dio è un padre che non fa dei tranelli ai figli. 
      Sovente noi siamo tentati di compiere il male. Anche Gesù, nel deserto  viene tentato da Satana.
    Nei momenti più brutti della nostra vita, nei momenti più sofferenti, nei momenti più angoscianti, Dio veglia con noi, Dio lotta con noi, è sempre vicino a noi. Perché? Perché è Padre.
_________________

Leggi altro ›

“Lo Spirito Santo sia il protagonista della nostra vita”  

Risultati immagini per spirito santo          Cellula Maggio 2019 –   
       Possiamo rinascere «da quel poco che siamo», dalla «nostra esistenza peccatrice» solamente con «l’aiuto della stessa forza che ha fatto risorgere il Signore: con la forza di Dio» e per questo «il Signore ci ha inviato lo Spirito Santo»
      «Lo Spirito Santo: Questa è la forza! Noi non possiamo nulla senza lo Spirito»; la vita cristiana non è soltanto comportarsi bene, fare questo, non fare quell’altro. La vita cristiana rinasce dallo Spirito e quindi bisogna fargli posto.
    Lo Spirito è il protagonista della vita cristiana, lo Spirito Santo che è con noi, ci accompagna, ci trasforma, vince con noi.
————————————-

Leggi altro ›

Il pane del cielo e la bevanda di salvezza

        Dalle «Catechesi» di Gerusalemme (Catech. 22, Mistagogica 4, 1. 3-6. 9; PG 33, 1098-1106)
  Bene istruito su queste cose e animato da saldissima fede, credi che quanto sembra pane, pane non è, anche se al gusto è tale, ma corpo di Cristo.

Credi che quanto sembra vino, vino non è, anche se così si presenta al palato, ma sangue di Cristo

—————

Leggi altro ›

Maria di Màgdala e l’altra Maria andarono a visitare il sepolcro.

          MES APRILE 2019

    “Alleluia Cristo è veramente risorto”.
    Signore, chiudo gli occhi e non dubito che Tu sei realmente presente nell’Eucaristia.
    Signore Gesù, grazie per la Tua risurrezione. Per aver ribaltato i miei massi.
————–

Veglia Giovedì – Venerdì Santo

        I° – GIOVEDÌ SANTO

–  Mettiamoci alla presenza di Dio:         O Gesù, Sacerdote vero ed eterno, tu hai voluto istituire, nell’ultima cena con i tuoi Apostoli, il Sacramento del tuo Corpo e del tuo Sangue come sacrificio perenne, e hai comandato alla tua Chiesa di perpetuare l’offerta in tua memoria.

II tuo Corpo per noi immolato è nostro cibo e ci dà forza, il tuo Sangue per noi versato è nostra bevanda e ci lava da ogni colpa.

Noi ti preghiamo che questo grande mistero nutra e santifichi sempre i tuoi fedeli, perché una sola fede li illumini e una sola carità li riunisca su tutta la terra. Che ci accostiamo sempre con fede e con amore alla mensa di questo grande sacramento, perché l’effusione del tuo Spirito ci trasformi in immagini della tua gloria.

Leggi altro ›

La discesa agli inferi del Signore Gesù

Da un’antica «Omelia sul Sabato santo».
 Dio è morto nella carne ed è sceso a scuotere il regno degli inferi.
Certo egli va a cercare il primo padre, come la pecorella smarrita. Egli vuole scendere a visitare quelli che siedono nelle tenebre e nell’ombra di morte. Dio e il Figlio suo vanno a liberare dalle sofferenze Adamo ed Eva che si trovano in prigione.

————————

Leggi altro ›

La preghiera bussa, il digiuno ottiene, la misericordia riceve (di san Pietro Crisologo)

Dai «Discorsi» di san Pietro Crisologo, vescovo (Disc. 43; PL 52, 320 e 322)

  Tre sono le cose, tre, o fratelli, per cui sta salda la fede, perdura la devozione, resta la virtù: la preghiera, il digiuno, la misericordia. Ciò per cui la preghiera bussa, lo ottiene il digiuno, lo riceve la misericordia. Queste tre cose, preghiera, digiuno, misericordia, sono una cosa sola, e ricevono vita l’una dall’altra.                                                                                                           ————————–

Leggi altro ›

Padre nostro -Sia santificato il tuo nome

 Venerdì 7 per anno 2018  
     Il Padre nostro: matrice di ogni preghiera cristiana
    La matrice di tutta la preghiera cristiana, fatta di contemplazione di Dio, del suo mistero, della sua bellezza e bontà, e di sincera e coraggiosa richiesta di ciò di cui abbiamo bisogno per vivere, e vivere bene. 
    Dio santifica, ci trasforma con il suo amore, ma, allo stesso tempo, siamo anche noi che, con la nostra testimonianza, manifestiamo la santità di Dio nel mondo, rendendo presente il suo nome.
—————————————————————————————————–

Leggi altro ›

Padre nostro – Dio è nostro Padre

      Venerdì 5 per anno 2018     –  
    “I discepoli chiedono a Gesù «Signore, insegnaci a pregare» (Lc 11,1)
     Gesù fa l’esempio di un padre che ha un figlio affamato che chiede qualcosa; subito gli dona da mangiare:     «Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce, gli darà una serpe al posto del pesce?»
    Alla fine della preghiera, alla fine della vita: cosa c’è? C’è un Padre che aspetta tutto e aspetta tutti con le braccia spalancate. 

Leggi altro ›

Preghiera, carità, digiuno sono i tre investimenti per un tesoro che dura

               Venerdì dopo le Ceneri 2019 – 
     La Quaresima è una chiamata a fermarsi, ad andare all’essenziale, a digiunare da ciò che è superfluo e ci distrae. È una sveglia per l’anima. E’ il momento di riscoprire il cammino della vita. Perché sul cammino della vita, come in ogni viaggio, ciò che conta davvero è non perdere di vista la meta”.
    Per ritrovare il percorso, oggi ci viene offerto un segno: cenere sulla testa
    Dio, i fratelli, la mia vita: queste sono le realtà che non finiscono nel nulla e nelle quali dobbiamo investire. È qui che la Quaresima ci invita a guardare: verso l’Alto… E poi verso l’altro.
————————————————————————————————————————————————————–

Leggi altro ›

Top