Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio

                  Venerdì 4 per anno 2018 – 
     «Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio».
     Questa beatitudine si riferisce a chi ha un cuore semplice, puro, senza sporcizia,
     «Più di ogni cosa degna di cura custodisci il tuo cuore» (Pr 4,23).
     È vero che non c’è amore senza opere d’amore, ma questa beatitudine ci ricorda che il Signore si aspetta una dedizione al fratello che sgorghi dal cuore
—————————-

Leggi altro ›

“Padre nostro”: Una preghiera che chiede con fiducia

                      Cellula Febbraio 2019  
      Gesù mette sulle labbra dei suoi discepoli una preghiera breve, audace, fatta di sette domande.
      Gesù, nella preghiera, non vuole che smorziamo le domande e le richieste imparando a sopportare tutto.
        Il Padre nostro invita a chiede in tutte le necessità, ma anche a lodare Dio.
——————————

Leggi altro ›

«Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te».

      MES FEBBRAIO 2019

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO PER LA XXVII GIORNATA MONDIALE DEL MALATO 2019

«Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date» (Mt 10,8)

Cari fratelli e sorelle,
«Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date» (Mt 10,8). Queste sono le parole pronunciate da Gesù quando inviò gli apostoli a diffondere il Vangelo, affinché il suo Regno si propagasse attraverso gesti di amore gratuito.

Leggi altro ›

La Samaritana

Venerdì 3 Per Anno 2019        

         In tante situazioni noi sentiamo la necessità urgente di trovare un pozzo che possa placare ed estinguere la sete e la stanchezza del cammino.
        Come accadde alla Samaritana, anche noi non vogliamo placare la sete con un’acqua qualsiasi,  ma con quella “sorgente che zampilla per la vita eterna.
        Per questo vogliamo chiedere a Gesù: “Dammi da bere”, bisognosi come siamo che lo Spirito ci purifichi e ci trasformi.                                                                                                                                                                                     ————————-

Leggi altro ›

Pregare Dio come un bimbo col padre

      Venerdì 2 Per Anno 2019

       “Per pregare bene è necessario avere il cuore di un bambino”.
        “Non abbiamo ricevuto uno spirito di schiavitù per cadere nella paura, ma abbiamo ricevuto lo Spirito che ci fa figli adottivi
Noi possiamo allontanarci da Dio, cadere, essere paralizzati da un senso di colta… ma possiamo ancora trovare la forza di pregare, con la parola ‘padre’, con un tenero senso di bambino ‘Abba’, padre”.
—————

Leggi altro ›

La Parola di Dio è vita che fa crescere

    Venerdì 1 Per Anno 2019
   La Parola di Dio è un forte richiamo ai 
         Cristiani pusillanimi, senza il coraggio di vivere.  
       Cristiani pusillanimi, senza il coraggio di vivere.
      Cristiani di compromesso, schiavi delle seduzione

—————-

Leggi altro ›

I Re Magi

LA VISITA DEL MALATO NELLA BIBBIA
Il libro di Giobbe

Il libro di Giobbe è anche la storia di amici che diventano nemici, mentre compiono il pietoso atto di andare a trovare il malato. È la storia di persone che vogliono consolare (Gb 2,11) e che arrivano a essere bollate come «consolatori molesti (o «stucchevoli»)» (Gb 16,2), «raffazzonatori di menzogne» (Gb 13,4), «medici da nulla» (Gb 13,4). Essi compiono i gesti rituali del lutto e del dolore (Gb 2,12-13), sembrano amici sinceri, eppure ben presto si riveleranno essere una presenza molesta, incapace di autentica vicinanza al malato.

Leggi altro ›

Ringraziamento

Cellula Gennaio 2019
“Dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto e grazia su grazia”. Da qui nasce un atteggiamento di profonda gratitudine.
Domandiamoci: Qual è il perché di ogni grazia di Dio? Che significato ha? Che cosa si propone Dio, donandoci le sue grazie? Che cosa si aspetta Dio da noi per ogni grazia che ci dona?
Domandiamoci: quali sono le grazie più importanti da noi ricevute da Dio quest’anno!
——————————————–

Leggi altro ›

Il Signore ci consola con la sua tenerezza

          Venerdì 2 Avvento 2018 –      
     Il Signore ci consola con la tenerezza, come fanno le mamme che accarezzano il loro bimbo quando piange. Lo sottolinea Papa Francesco esortando a lasciarci consolare da Dio e a non opporre resistenza.
     Il Signore ci consola con la tenerezza, come fanno le mamme che accarezzano il loro bimbo quando piange. Lo sottolinea Papa Francesco esortando a lasciarci consolare da Dio e a non opporre resistenza.
     Il Signore bussa alla porta con le carezze: non resistiamo alla pace.
——————————

Leggi altro ›

Le promesse di Dio sono compiute per mezzo del Cristo suo Figlio

         Dal «Commento sui salmi» di sant’Agostino, vescovo
​(Sal 109, 1-3; CCL 40, 1601-1603)

Dio, con le sue promesse volle vincolarsi anche con un patto scritto, come obbligandosi con noi con la cambiale delle sue promesse, perché, quando cominciasse a pagare ciò che aveva promesso, noi potessimo verificare l’ordine dei pagamenti. Leggi altro ›

Top