“Andare contro corrente” per essere felici

Venerdì 24 per Anno 2019 –  
          Il provvisorio spopola nella società moderna. Questo ci porta a fuggire dalle nostre responsabilità. Dio invece ci chiama a scelte definitive.
Essere cristiani non è una proposta culturale alla quale si decide se aderire o meno. Occorre fare una scelta definitiva che si esplica nel cammino verso la santità, alla quale tutti siamo chiamati.
          “Non abbiate paura di quello che Dio vi chiede! Vale la pena di dire “sì” a Dio. In Lui c’è la gioia!“. Dobbiamo dunque essere cristiani coraggiosi, che non hanno paura di andare contro corrente rispetto alla cultura moderna.
————————————-

I – DISPONIAMOCI ALLA PREGHIERA
METTIAMOCI ALLA PRESENZA DI DIO Signore Gesù, la tua via è la via dell’amore e non c’è vero amore senza il sacrificio di se. Tu chiami anche noi a non lasciarci assorbire dalla vita di questo mondo, ma ad essere sempre più consapevoli della necessità e della fatica di camminare contro corrente e in salita.
(In silenzio creiamo un’atmosfera interiore di intimità con Gesù presente nell’Eucaristia)
INVOCHIAMO LO SPIRITO SANTO Spirito Santo, consacra il nostro cuore, affinché sia tutto invaso dall’amore divino e tutti i suoi affetti siano rivolti verso l’alto. Rendi le nostre aspirazioni più sante, più vivamente orientate verso il Signore. (In silenzio invochiamo lo Spirito su di noi e sui fratelli)
II -ASCOLTIAMO LA PAROLA
1 – Papa Francesco parla del provvisorio che spopola tanto nella società moderna. E’ il fascino del non dover decidere, del poter avere sempre una scappatoia che ci permetta di fuggire dalle responsabilità e sostanzialmente da noi stessi. 
Dio chiama a scelte definitive” dice il Pontefice e rinnova questo messaggio “Dio ha un progetto su ciascuno: scoprirlo, rispondere alla propria vocazione e camminare verso la realizzazione felice di se stessi.
Adoriamo in silenzio
2 – Essere cristiani non è una proposta culturale al quale si decide se aderire o meno, Gesù entra nel cuore della persona e lo cambia per sempre. E’ dunque una scelta definitiva quella del cristiano che si esplica nel cammino verso la santità, alla quale tutti siamo chiamati, chi nel sacerdozio, chi nel matrimonio, chi nell’aiuto agli altri, ecc.
Dio ci chiama tutti alla santità, a vivere la sua vita, ma ha una strada per ognuno. Alcuni sono chiamati a santificarsi costituendo una famiglia mediante il Sacramento del matrimonio.” Papa Francesco parla di matrimonio come un sacrificio, perché “nessuno sa cosa riserva il domani“. Per questo in una società dove l’importante è godere del momento, il matrimonio viene additato come un qualcosa “fuori moda“. Invece il matrimonio è l’unica scelta possibile per chi sa amare veramente.
Adoriamo in silenzio 
 3 – Altri, dice Papa Francesco, sono chiamati a una diversa scelta di amare, quella del sacerdozio, che porta ad amare tutti con il cuore del Buon Pastore. E’ pur sempre una scelta di amore, una scelta definitiva che necessita di coraggio.
Qualunque sia però la scelta a cui siamo chiamati, il Papa ci dice “non abbiate paura di quello che Dio vi chiede! Vale la pena di dire “sì” a Dio. In Lui c’è la gioia!“. Dobbiamo dunque essere cristiani coraggiosi, che non hanno paura di andare contro corrente rispetto alla cultura moderna. Siamo chiamati ad essere rivoluzionari, opponendoci a questa cultura del provvisorio per tornare ad affermare che vogliamo scelte definitive, permanenti. (Papa Francesco 2 Agosto 2013)
Adoriamo in silenzio ————————————–
Segue un lungo silenzio (Parla, o Signore, che il tuo servo ti
ascolta) Ascolta! Medita! Prega!
  • Padre Nostro
  • Canto eucaristico Incenso Preghiamo
BENEDIZIONE EUCARISTICA Dio sia benedetto.
Canto eucaristico Incenso Preghiamo
  • BENEDIZIONE EUCARISTICA Dio sia benedetto.