Categoria: Cellule 2018

Le tre tappe del cammino della fede

CELLULA NOVEMBRE 2018           “La fede è vita: è vivere l’amore di Dio che ci ha cambiato l’esistenza.      L’esperienza dell’incontro di Bartimeo con Gesù insegna i tre passi da fare nel cammino della fede: ascoltare  – farci

La santa inquietudine per il Vangelo è la sola inquietudine che dà pace.

 CELLULA OTTOBRE 2018      La santa inquietudine per il Vangelo è la sola inquietudine che dà pace.      In questo episodio Giovanni e gli altri discepoli manifestano un atteggiamento di chiusura perché non rientra nei loro schemi. Invece

L’ Eucaristia nella nostra vita

   CELLULA GIUGNO – SETTEMBRE 2018              “Dove vuoi che andiamo a preparare, perché tu possa mangiare la Pasqua?                        1 – Gesù prepara per

La vita del cristiano è un combattimento    

           CELLULA MAGGIO  2018       Il Vangelo illumina e suscita l’adesione di fede: «Il Battesimo è in modo tutto particolare “il sacramento della fede”, poiché segna l’ingresso sacramentale nella vita di fede».    E’ lo Spirito

Vergogna,  pentimento, speranza   

CELLULA APRILE  2018               Vergogna,  pentimento, speranza     Signore Gesù, il nostro sguardo è  rivolto a te, pieno di vergogna, di pentimento e di speranza. Dinanzi al tuo supremo amore ci pervada la vergogna per averti lasciato solo a soffrire per

Imitare i Magi, che vedono la stella, camminano e offrono doni

    CELLULA GENNAIO 2018                  Troppe volte “nella vita ci si accontenta di guardare per terra”, senza “alzare lo sguardo al cielo”.            Nella vita odierna si cede più facilmente

Adorare in Silenzio

         CELLULA MARZO  2018         L’adorazione come obbiettivo del «cammino» del credente!      «Tante volte penso  noi non insegniamo al nostro popolo ad adorare. Sì, gli insegniamo a pregare, a cantare, a lodare Dio,

So riconoscere Gesù quando passa a visitarmi?

Cellula febbraio  2018 Gesù è pieno di dolore per “infedeltà di Gerusalemme”.  Da una parte Dio cerca il suo popolo con amore e pazienza, e dall’altra, Gerusalemme non lo riconosce quando viene.  Questo si ripete ogni giorno, poiché Dio visita ognuno

Top