Il destino dei superbi e dei giusti

PREGHIAMO IL SALMO  51
          Il Salmo ci presenta il prepotente e il superbo cheOrdiscono insidie ogni giorno; la loro lingua è come lama affilata, artefice di inganni(v. 4).e i giusti “Invece che sono come olivo verdeggiante nella casa di Dio” (v. 10).
          In mezzo c’è il Signore, il Giudice giusto che non fa preferenze; in più poi, fortunatamente, Egli ha questo: non è indifferente nei confronti dei giusti presi di mira, “ma che poi rideranno” (v. 7) vedendo che le ricchezze non sono una sicurezza come si pensa. Infatti Dio demolirà l’arroganza dei potenti (cfr. v. 9).
————–

I – DISPONIAMOCI ALLA PREGHIERA:
Mettendoci alla presenza di Dio (In silenzio creiamo un’atmosfera interiore di intimità con Dio)
  • Invochiamo lo Spirito Santo (Autore della nostra Comunione con Gesù e con i nostri fratelli) restando un po’ in silenzio.
——————-
O Padre di Gesù Cristo, che tagli il ramo sterile per gettarlo al fuoco, ma sfrondi il ramo fruttuoso perché dia maggiori frutti, rendici come olivo verdeggiante nella tua casa: sperando nel nome di tuo Figlio e confidando nel suo amore noi saremo frutti duraturi per la tua gloria. Amen
—————-
II – ASCOLTIAMO LA PAROLA (Salmo 51)

3 Perché ti vanti del male o prepotente nella tua iniquità?
4 Ordisci insidie ogni giorno;
la tua lingua è come lama affilata, artefice di inganni.
5 Tu preferisci il male al bene, la menzogna al parlare sincero.
6 Ami ogni parola di rovina, o lingua di impostura.
7 Perciò Dio ti demolirà per sempre,
ti spezzerà e ti strapperà dalla tenda
e ti sradicherà dalla terra dei viventi.
8 Vedendo, i giusti saran presi da timore e di lui rideranno:
9 «Ecco l’uomo che non ha posto in Dio la sua difesa,
ma confidava nella sua grande ricchezza
e si faceva forte dei suoi crimini».
10 Io invece come olivo verdeggiante nella casa di Dio.
Mi abbandono alla fedeltà di Dio ora e per sempre.
11 Voglio renderti grazie in eterno per quanto hai operato;
spero nel tuo nome, perché è buono,
davanti ai tuoi fedeli.
(Fermiamoci e meditiamo questa Parola che abbiamo letto)
III – Breve riflessione
Ringraziamo il Signore che umilia il potente e schiaccia il superbo, ma esalta l’umile e fa fruttificare nella grazia quelli che lo amano.
Il Salmo ci presenta il prepotente e il superbo cheOrdiscono insidie ogni giorno; la loro lingua è come lama affilata, artefice di inganni(v. 4).e i giusti “Invece che sono come olivo verdeggiante nella casa di Dio” (v. 10).
Vediamo chiaro, quindi, il contrasto tra il superbo “che non ha posto in Dio la sua difesa, ma confidava nella sua grande ricchezza e si faceva forte dei suoi crimini», e il giusto che si abbandona alla fedeltà di Dio ora e per sempre” (v. 10).
Grazie a Dio il mondo non è fatto solo di questo tipo di persone!
In mezzo c’è il Signore, il Giudice giusto che non fa preferenze; in più poi, fortunatamente, Egli ha questo: non è indifferente nei confronti dei giusti presi di mira, “ma che poi rideranno” (v. 7) vedendo che le ricchezze non sono una sicurezza come si pensa. Infatti Dio demolirà l’arroganza dei potenti (cfr. v. 9).
Questo Salmo, composto quando Davide era perseguitato da Saul, va visto nel contesto della lotta tra Gesù e i figli della perdizione, cioè gli arroganti e gli infedeli a Dio. La nostra battaglia – dice San Paolo – … è contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro i figli del male…” (Ef. 6,12).
Ma sappiamo che Gesù è vincitore. Anche noi sin da ora pregustiamo la gioia della vittoria contro il Male, grazie al dono di Dio e per mezzo di Gesù Cristo (cfr. Rm. 5.17).
Perciò possiamo dire insieme a Davide: “Mi abbandono alla volontà di Dio ora e per sempre …spero nel tuo nome, perché è buono” ( v. 10).
Ora mettiamoci nella disposizione interiore di Preghiera e chiediamo allo Spirito che ci introduca nella Contemplazione) ———————————–
IV – Preghiamo Signore, che hai rovesciato dai loro troni quanti confidavano nel solo potere e hai esaltato gli umili; che hai ricolmato di beni gli affamati e hai rimandato a mani vuote i sazi di ricchezza, insegnaci a non confidare in noi stessi, ma ad affidarci solo alla tua fedeltà; nel silenzio della nostra attesa aiutaci a sperare e a confessare il tuo nome con la nostra vita. Amen.
———————————————————
Concludiamo la preghiera facendo la COMUNIONE SPIRITUALE
-Invochiamo la Benedizione del Signore e di Maria su noi e su ogni uomo.