Il Signore re dell’universo

          PREGHIAMO IL SALMO   47 
     Il Signore re dell’universo
      Inneggiamo al Signore, nostro Re, che siede sul trono alla destra del Padre. Insieme a tutti i popoli della terra che lo riconoscono Re, gridiamo la nostra gioia!     
         Questo Salmo vuole celebrare il piano di Dio nella storia, vincendo il caos e il male. Il Signore è accolto dagli applausi e dalle acclamazioni dei popoli, dai canti e dai suoni della tromba. Cosa che è pienamente dovuto a Colui che è l’Eterno, l’Altissimo.   
————
I – DISPONIAMOCI ALLA PREGHIERA:
  • Mettendoci alla presenza di Dio (In silenzio creiamo un’atmosfera interiore di intimità con Dio)
  • Invochiamo lo Spirito Santo (Autore della nostra Comunione con Gesù e con i nostri fratelli) restando un po’ in silenzio.
——————-
O Signore Gesù, Re dell’universo, che sei salito al cielo per prendere possesso del trono che il Padre ti ha preparato, e hai ricevuto da Lui potere nel cielo, sulla terra e sugli inferi: concedi alle nazioni pagane di partecipare alla regale eredità di salvezza, come lo concedi alla tua Chiesa, perché tutti gli uomini uniti nella gioia,rendano gloria con te e in te, a Dio Padre. Amen
—————-
II – ASCOLTIAMO LA PAROLA (Salmo 47)

2 Applaudite, popoli tutti,
acclamate Dio con voci di gioia;
3 perché terribile è il Signore, l’Altissimo,
re grande su tutta la terra.
4 Egli ci ha assoggettati i popoli,
ha messo le nazioni sotto i nostri piedi.
5 La nostra eredità ha scelto per noi,
vanto di Giacobbe suo prediletto.
6 Ascende Dio tra le acclamazioni,
il Signore al suono di tromba.
7 Cantate inni a Dio, cantate inni;
cantate inni al nostro re, cantate inni;
8 perché Dio è re di tutta la terra, cantate inni con arte.
9 Dio regna sui popoli,
Dio siede sul suo trono santo.
10 I capi dei popoli si sono raccolti
con il popolo del Dio di Abramo,
perché di Dio sono i potenti della terra: egli è l’Altissimo
(Fermiamoci e meditiamo questa Parola che abbiamo letto)
III – Breve riflessione
Inneggiamo al Signore, nostro Re, che siede sul trono alla destra del Padre. Insieme a tutti i popoli della terra che lo riconoscono Re, gridiamo la nostra gioia!

Questo Salmo vuole celebrare il piano di Dio nella storia, vincendo il caos e il male. Il Signore è accolto dagli applausi e dalle acclamazioni dei popoli, dai canti e dai suoni della tromba. Cosa che è pienamente dovuto a Colui che è l’Eterno, l’Altissimo, il Terribile;

  Cosa che è pienamente dovuto a Colui che è l’Eterno, l’Altissimo, il Terribile; attributi, questi che vogliono esaltare il suo primato, la sua Sovranità su tutto e su tutti; non solo di Israele, il popolo prediletto che che Lui si è scelto, ma anche, soprattutto, su di noi cristiani. San Matteo ci ricorda che Cristo risorto proclama: “Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra…” (28, 18).
Quindi questo Salmo contiene un annuncio profetico che si è pienamente realizzato in Gesù: Dio ascende” (v. 5) dice il Salmo; ascendere è il verbo che la Chiesa ha applicato all’Ascensione di Gesù. Inoltre questo salmo vuole celebrare la regalità universale di Dio; ed è per questo che lo si canta nella festa dell’Ascensione, quando Gesù prende possesso del suo Regno, seduto alla destra del Padre. Pregare questo Salmo significa vedere l’Ascensione come gioia dell’umanità che viene “esaltata” in uno dei suoi membri; lo dice un inno: “Piena di gioia è la terra”, perché il trionfo regale di Gesù “incarnato” è stato ed è l’esaltazione di tutti noi.
Il Samo parla di eredità (popolo) sceltapopoli della terratutti i popoli in festa, ma non di una festa come le nostre feste terrene. La regalità di Cristo è diversa: “I re della terra dominano da padroni: non sia così fra voi”.
Voci di gioia” …Applaudite”.Il Salmo ci invita ad essere tra coloro che gioiosamente partecipano all’acclamazione per Dio.
Dio il grande Dio… l’Altissimo…”. Un giorno saremo abbagliati da questa grandezza; ma noi vogliamo sforzarci di anticipare quel giorno.
Ora mettiamoci nella disposizione interiore di Preghiera e chiediamo allo Spirito che ci introduca nella Contemplazione) ———————————–
IV – Preghiamo Padre, che sei il solo Signore del creato, per il tuo Figlio e nostro fratello Gesù Cristo, diffondi nel cuore dell’uomo la luce della fede in te, perché sia libero da ogni idolatria; e tutti riconoscano la tua unica Signoria dell’universo e a te solo cantino l’inno di lode senza fine. Amen.
———————————————————
Concludiamo la preghiera facendo la COMUNIONE SPIRITUALE -Invochiamo la Benedizione del Signore e di Maria su noi e su ogni uomo.