Dio, unica speranza che non viene mai meno

PREGHIAMO SALMO 62
          L’uomo è Vanità: la sola speranza è Dio, che dà a ciascuno secondo le sue opere. Ringraziamo il Signore salvezza e forza, pace e gloria della sua Chiesa.
          Fiducia, speranza e ringraziamento sono i temi che si intrecciano in questo Salmo., e questi si basano su questa certezza: niente, né violenza, né rapina, né ricchezze possono salvare l’uomo (cfr. v.8): solo Dio può salvarci , perché solo Lui è rupe e roccia di salvezza (v. 7), dinnanzi alle quali nessuna trama, o ingiustizia, o maledizione, o menzogna (v. 11) possono farci crollare.
—————

I – DISPONIAMOCI ALLA PREGHIERA:
  • Mettendoci alla presenza di Dio (In silenzio creiamo un’atmosfera interiore di intimità con Dio)
  • Invochiamo lo Spirito Santo (Autore della nostra Comunione con Gesù e con i nostri fratelli) restando un po’ in silenzio.
——————-
Signore, nostro Dio, che doni a ciascuno secondo le sue opere, ascolta l’assemblea del tuo popoli che effonde il suo cuore davanti a te: e poiché in te solo noi cerchiamo la salvezza, sii nostra forza e speranza in mezzo alle vanità di quaggiù; e concedi che troviamo in te la pace delle nostre anime. Amen
—————-
II – ASCOLTIAMO LA PAROLA (Salmo 62)
2 Solo in Dio riposa l’anima mia; da lui la mia salvezza.
3 Lui solo è mia rupe e mia salvezza,
mia roccia di difesa: non potrò vacillare.
4 Fino a quando vi scaglierete contro un uomo,
per abbatterlo tutti insieme, come muro cadente,
come recinto che crolla?
5 Tramano solo di precipitarlo dall’alto, si compiacciono della menzogna.
Con la bocca benedicono, e maledicono nel loro cuore.
6 Solo in Dio riposa l’anima mia, da lui la mia speranza.
7 Lui solo è mia rupe e mia salvezza, mia roccia di difesa: non potrò vacillare.
8 In Dio è la mia salvezza e la mia gloria;
il mio saldo rifugio, la mia difesa è in Dio.
9 Confida sempre in lui, o popolo,
davanti a lui effondi il tuo cuore, nostro rifugio è Dio.
10 Sì, sono un soffio i figli di Adamo, una menzogna tutti gli uomini,
insieme, sulla bilancia, sono meno di un soffio.
11 Non confidate nella violenza,
non illudetevi della rapina; alla ricchezza, anche se abbonda,
non attaccate il cuore.
12 Una parola ha detto Dio, due ne ho udite:
il potere appartiene a Dio, tua, Signore, è la grazia;
13 secondo le sue opere tu ripaghi ogni uomo.
\ (Fermiamoci e meditiamo questa Parola che abbiamo letto)
III – Breve riflessione
L’uomo è Vanità: la sola speranza è Dio, che dà a ciascuno secondo le sue opere. Ringraziamo il Signore salvezza e forza, pace e gloria della sua Chiesa.
Fiducia, speranza e ringraziamento sono i temi che si intrecciano in questo Salmo., e questi si basano su questa certezza: niente, né violenza, né rapina, né ricchezze possono salvare l’uomo (cfr. v.8): solo Dio può salvarci , perché solo Lui è rupe e roccia di salvezza (v. 7), dinnanzi alle quali nessuna trama, o ingiustizia, o maledizione, o menzogna (v. 11) possono farci crollare.
Le forze del male si scatenano contro di noi e ci assalgono, ma nonostante la nostra debolezza: “sì, siamo un soffio… anzi meno di un soffio (v. 10), siamo un muro cadente” (v. 4), possiamo resistere; perché davanti a noi si erge la rocca imprendibile del Signore. Ricordiamo Geremia 1, 18-19: “Ecco io ti faccio come una fortezza, come un muro di bronzo… Ti muoveranno guerra ma non ti vinceranno perché io sono con te per salvarti”.
Cosa dovremmo dire noi cristiani, per i quali Gesù si è incarnato e ha deciso di stare sempre con noi per essere il Buon Pastore che ci conduce a “pascoli ubertosi”? Non ci basta, questo, per cadere in ginocchio ed elevare a Lui continuamente il nostro canto di lode e di ringraziamento?
Perché ci lasciamo prendere dalla paura, dal dubbio, dallo sconforto? Perché non ci apriamo alla Virtù della Speranza, dalla quale nasce l’abbandono in Dio nostro Padre, la fiducia e la meravigliosa pace del cuore?
Donaci, Signore, quella Fede che ci rende capaci di chiudere gli occhi e di riposare tra le Tue braccia!
Ora mettiamoci nella disposizione interiore di Preghiera e chiediamo allo Spirito che ci introduca nella Contemplazione) ———————————–
IV – Preghiamo Ci basti tu, nostro Dio: non vogliamo affidarci alla potenza di nessuno! Non ci sono uomini che liberano, ci sono solo uomini che si liberano di Dio! Perciò non ci seducano le vane illusioni della forza e del potere, né gli ingannevoli splendori di questi regni, o Dio dell’unica libertà e dell’unica pace. Amen.
———————————————————
Concludiamo la preghiera facendo la COMUNIONE SPIRITUALE
-Invochiamo la Benedizione del Signore e di Maria su noi e su ogni uomo.