ADORAZIONE EUCARISTICA L'Adorazione è l'atto più alto di una creatura umana

Settembre 21, 2020

Grandi sono le opere del Signore

Filed under: Preghiere sui Salmi — admin @ 10:54 am
 PREGHIERA PER IL 22 Settembre 2020        (Salmo 110)
          Ogni opera del Signore suscita la nostra ammirazione: la creazione e la salvezza, la provvidenza e l’alleanza. La Chiesa non si stanca mai di rendergli grazie
          Vogliamo dire a Dio che è bello ciò che Lui ha fatto per noi – che è pieno di tenerezza per noi – che è Pane che ci dona perché lo mangiamo , e il gusto che ce ne viene gli fa piacere …
          Dinanzi a tutto questo, ci vogliamo impegnare a supplicare il Signore  che ci doni la paura di fargli dispiacere. E’  da qui  che cominciamo a mettere ordine nel nostro rapporto con Dio.
  ——————–

I – DISPONIAMOCI ALLA PREGHIERA:
  • Mettiamoci alla presenza di Dio (In silenzio creiamo un’atmosfera interiore di intimità con Dio).
  • Invochiamo lo Spirito Santo (Autore della nostra comunione con Gesù e con i nostri fratelli) restando un po’ in silenzio.
Preghiamo:     O Dio di misericordia e di pietà, splendore della Chiesa e gloria dei Santi, donai la saggezza di credere al tuo nome e di ammirare le tue opere: e, uniti all’assemblea dei tuoi giusti, celebreremo nell’Eucaristia, vero cibo di vita e sacrificio di lode eterna, il ricordo dei tuoi prodigi.   Amen
 
II – ASOLTIAMO LA PAROLA     
 
  1 Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,
nel consesso dei giusti e nell’assemblea.
 2 Grandi le opere del Signore, le contemplino coloro che le amano.
 3 Le sue opere sono splendore di bellezza,
la sua giustizia dura per sempre.
 4 Ha lasciato un ricordo dei suoi prodigi:
pietà e tenerezza è il Signore.
 5 Egli dà il cibo a chi lo teme, si ricorda sempre della sua alleanza.
 6 Mostrò al suo popolo la potenza delle sue opere,
gli diede l’eredità delle genti.
 7 Le opere delle sue mani sono verità e giustizia,
stabili sono tutti i suoi comandi,
 8 immutabili nei secoli, per sempre, eseguiti con fedeltà e rettitudine.
 9 Mandò a liberare il suo popolo, stabilì la sua alleanza per sempre.
 10 Santo e terribile il suo nome.                                                                             Principio della saggezza è il timore del Signore,
saggio è colui che gli è fedele; la lode del Signore è senza fine.
(Fermiamoci e meditiamo queste parole che abbiamo letto)
 
 III – Breve riflessione
Ogni opera del Signore suscita la nostra ammirazione: la creazione e la salvezza, la provvidenza e l’alleanza. La Chiesa non si stanca mai di rendergli grazie.
Questa opera del Signore siamo invitati a ricordarla, a farne memoria e a rendergli grazie. Di tutto quello che Dio fece per me, per noi, debbo ricordarmene, dobbiamo ricordarcene tutti insieme, in Assemblea; proprio come già fece Israele (vv. 1-3).          –    Pensiamo alla manna e al pane di vita nel deserto e alla terra promessa per gli Ebrei; alla Chiesa e alla comunità per noi Cristiani (vv. 4-5).                                                                     –    Pensiamo  alla Legge per gli Ebrei;  al Vangelo e alla nuova Legge dell’Amore per noi (v. 6-8).                                                                                                                                                                      –     Pensiamo alla liberazione dall’Egitto, e alla Redenzione  e alla Vita Eterna per noi (v. 9).
Non ci resta che chiedere la vera Sapienza, che consiste nel compiere la volontà di Dio e nel lodarlo senza stancarci (v. 10).
Voglio ricordare ancora una volta la riflessione di Paul Claudel su questo Salmo: “Sono più di sessant’anni che leggo i Salmi, facendone il mio nutrimento quotidiano e pongo loro domande, e anch’essi, del resto me ne pongono… E’ come accostarsi ad una fonte perenne … Con tutte le mie forze credo di parlare con il buon Dio stesso, come si dice … Chiacchiero con Lui e Lui chiacchiera con me …”.
Con questo grande cristiano vogliamo dire a Dio che è bello ciò che Lui ha fatto per noi – che ci pensa ed è pieno di tenerezza per noi – che è Pane che ci dona perché lo mangiamo , e il gusto che ce ne viene gli fa piacere – che le mani  che hanno fatto il mondo per noi sono verità e giustizia; e che questa giustizia non cambia, ma prosegue fino a mandare Colui che pagherà al nostro posto.
Dinanzi a tutto questo, ci vogliamo impegnare a supplicare il Signore  che ci doni la paura di fargli dispiacere. E’  da qui  che cominciamo a mettere ordine nel nostro rapporto con Dio.
  ——————–
(Ora mettiamoci nella disposizione interiore di Preghiera e chiediamo allo Spirito di metterci che ci introduca nella Contemplazione)
——————
IV – Preghiera    Per quanto terribile sia il tuo nome, Dio di giustizia, ora che per tuo Figlio hai inaugurato la nuova ed eterna alleanza, continua a compiere le tue meraviglie anche nella nostra storia; e il santo timore4 verso di te diventi amore verso i fratelli e verso tutte le creature, perché tutti ti riconoscano come il Dio della tenerezza..        Amen.
Concludiamo la preghiera facendo la COMUNIONE SPIRITUALE.
Invochiamo la Benedizione del Signore e di Maria.

Nessun commento

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress