Noi abbiamo un tesoro in vasi di creta

                Venerdì 10 per Anno 2019 –    
          Fratelli, noi abbiamo un tesoro in vasi di creta, affinché appaia che questa straordinaria potenza appartiene a Dio, e non viene da noi.
          In tutto, infatti, siamo tribolati, ma non schiacciati; siamo sconvolti, ma non disperati; perseguitati, ma non abbandonati; colpiti, ma non uccisi, portando sempre e dovunque nel nostro corpo la morte di Gesù, perché anche la vita di Gesù si manifesti nel nostro corpo
          Sempre infatti, noi che siamo vivi, veniamo consegnati alla morte a causa di Gesù, perché anche la vita di Gesù si manifesti nella nostra carne mortale. Cosicché in noi agisce la morte, in voi la vita.

  I – DISPONIAMOCI ALLA PREGHIERA                                                      
    METTIAMOCI ALLA PRESENZA DI DIO      La cosa sacra noi uomini la portiamo soltanto in un fragile vaso d’argilla. Ma tu, o Signore, quando abiti in un uomo, abiti in qualcosa di infinitamente inferiore. Tu, Spirito di santità, abiti in mezzo all’immondezza, alla contaminazione             (In silenzio creiamo un’atmosfera interiore di intimità con Gesù presente nell’Eucaristia)
INVOCHIAMO LO SPIRITO SANTO .   Rimani con noi, o Spirito Santo, tu che cerchi.  E cercheresti invano una dimora confortevole; tu che, creatore e rigeneratore, fai da te stesso la tua dimora,  rimani con noi!        (In silenzio invochiamo lo Spirito su di noi e sui fratelli)
 
II   -ASCOLTIAMO LA PAROLA    
1  –      Fratelli, noi abbiamo un tesoro in vasi di creta, affinché appaia che questa straordinaria potenza appartiene a Dio, e non viene da noi. (2 Cor. 4,7) “Abbiamo un tesoro in vasi di creta”. Il tesoro è lo Spirito del Signore, che si vivifica in noi e ci vivifica ogni volta che partecipiamo all’Eucaristia. è quello Spirito che prega in noi con gemiti inesprimibili e ci fa chiamare Dio “Padre”. Il vaso di creta è la debolezza del nostro corpo, che andrebbe da tutt’altra parte se uno Spirito forte non lo trascinasse con sé e non lo distogliesse dalle cavolate. La creta siamo noi. Se cadiamo, rialziamoci il prima possibile e diciamoglielo: “Gesù, scusami… ma tu sai che sono creta. Scusami, ho puntato su di me, ho trascurato la preghiera dialogo del cuore con te, ho abbassato lo sguardo a terra… ma riprendi dimora in me e sia stabile per sempre!”
Adoriamo in silenzio 
2 – In tutto, infatti, siamo tribolati, ma non schiacciati; siamo sconvolti, ma non disperati; perseguitati, ma non abbandonati; colpiti, ma non uccisi, portando sempre e dovunque nel nostro corpo la morte di Gesù, perché anche la vita di Gesù si manifesti nel nostro corpo.   (2 Cor. 4,8-10)
“Siamo tribolati ma non schiacciati”. Facciamo una vita dura e non ci disperiamo. Ci capitano di tutti i colori e non ci arrendiamo, insistiamo, andiamo avanti col Signore che ci guida, accompagna, protegge, segna il nostro cammino e organizza il nostro pellegrinaggio terrestre. Convinti che colui che ha risuscitato il Signore Gesù, risusciterà anche noi con Gesù e ci porrà accanto a lui insieme con voi. Tutto infatti è per voi, perché la grazia, accresciuta a opera di molti, faccia abbondare l’inno di ringraziamento, per la gloria di Dio.
Adoriamo in silenzio 
3 – Sempre infatti, noi che siamo vivi, veniamo consegnati alla morte a causa di Gesù, perché anche la vita di Gesù si manifesti nella nostra carne mortale. Cosicché in noi agisce la morte, in voi la vita. (2 Cor. 4,10-12)
    “Veniamo consegnati alla morte”. Spesso chiamiamo la cultura odierna “cultura della morte”. Si manifesta con aborto, eutanasia, disaffezione per il matrimonio…   Ma, proprio nel rifiuto ci sentiamo più in comunione col mondo intero. In quella morte che ci vorrebbero dare, splende la vita di Cristo che è in noi. Lui è la nostra forza, che non ci permette di arrenderci, che ci indica una nuova via quando ci chiudono le porte. Lui ci ha dato tutti i talenti necessari affinché abbiamo la vita e la abbiamo in abbondanza.   “Abbiamo un tesoro in vasi di creta”. Allora la creta nella Confessione tornerà ad essere vaso rinnovato e Lui il tesoro che conterrà! Che mistero grande il tuo Amore Gesù! Non abbattiamoci e corriamo insieme verso la meta!
            Adoriamo in silenzio                                                               ————————————–
Segue un lungo silenzio (Parla, o Signore, che il tuo servo ti ascolta)
Ascolta! Medita! Prega!
  • Padre Nostro
  • Canto eucaristico Incenso – Preghiamo
  • BENEDIZIONE EUCARISTICA Dio sia benedetto.